I Coloranti Alimentari

I Coloranti Alimentari e le loro varie tonalità.

coloranti alimentari

Lo so bene che sfogliando un qualsiasi libro d’arte o di bricolage si ottengono le indicazioni su come ottenere le varie tonalità dei colori, ma siccome spesso le clienti mi chiedono come creare le tonalità ho cercato di fare un riassunto di quanto imparato nel tempo o leggendo libri e riviste, spero di non aver fatto pastrocchi … se fosse così fatemelo sapere mi raccomando!!!
Dai colori primari Rosso (Magenta) Giallo Blu (Ciano) si ottengono tutti gli altri colori, questi tre però, essendo i primari, non si possono ottenere mescolando altri colori tra di loro.Bianco e Nero sono dei non colori e anche se non sono colori primari non si ottengo mescolando colori, si possono usare in piccole quantità per schiarire o scurire qualsiasi colore, ricordate di aggiungerne sempre una puntina per volta.

Mescolando i colori primari si ottengono i colori secondari:

Blu + Giallo = verde
Giallo + Rosso = arancione
Rosso + Blu = viola

Tralascio le varie altre spiegazioni e di seguito vi elenco le varie tonalità che potete ottenere,
per praticità sono in ordine alfabetico ndr se il colore è ripetuto ne vanno più parti …

Acqua = 5 parti di blu cielo + 1 verde foglia
Arancio Giallastro = rosso + giallo + giallo
Arancio Rossastro = rosso + rosso + giallo
Blu lavanda = mescolare una piccola quantità di viola con base bianca
Blu Navy = blu royal + pochissimo nero
Bordeaux o Vino = mix 3 piccole parti di blu e 1 parte di rosso-rosso.
Carne = rosso + verde in bianco
Celeste = blu + bianco
Corallo = 3 parti di rosa + 2 parti di giallo limone
Giallo Oro = arancione + giallo
Grigio Scuro = verde + viola
Grigio = poco nero + bianco
Indaco (una variazione del viola) = blu + viola
Lavanda = 6 parti di rosa e 1 parte di violetto
Marrone = arancione + verde
oppure: molto blu + 2 parti rosso + 1 punta giallo
oppure: cacao in polvere + rosso + giallo
Marrone Scuro = arancione + viola
Oro Antico = si deve aggiungere solo un tocco estremamente piccolo di verde foglia al giallo limone
Oro Caldo = aggiunge solo un tocco di rosso rosso al giallo limone
Pesca = parti uguali di giallo limone e rosarosa-lavanda -mescolare una piccola quantità di colore blu alla crema colorata di rosa forte.
Rame =1 parti giallo uovo + 1 parti marrone caldo + 1 parti rosso natale
Rosa = rosso + bianco
Rosso scarlatto = arancio + rosso
Rosso rubino = 1 parte rosso + una puntina di nero
Rosso lampone = 3 parti rosa + 1 parti rosso natale
Ruggine = 8 parti arancione + 2 parti rosso + 1 parti marrone caldo
Turchese o acquamarina = blu 9-1/2 parti + verde
Verde = si ottiene mescolando azzurro e giallo, per un verde brillante aggiungete più giallo, per una tinta più pastello basta aggiungere un po’ di bianco.
Verde pisello = 9 parti giallo limone + 1 verde foglia
Viola = rosso + blu, ovvero Più blu s’aggiunge, più otterranno toni scuri, vicini al blu, mentre se predomina il magenta si ottengono i toni fucsia
Viola bluastro = rosso + blu + blu
Viola rossastro = blu + rosso + rosso

coloranti alimentari

Ecco invece come ottenere alcune colorazioni con Coloranti Naturali:

Giallo: zafferano curcuma
Arancio: buccia di arancio passato nell’alcool
Rosa: fragole
Rosa o Lilla: more
Rosso: amarene, alchermes, paprika dolce per un colore molto intenso
Rosa o Lilla: more
Blu: liquore curacào
Verde: menta, pistacchio bronte, spinaci in polvere, ortica in polvere, the matcha
Marrone: caffè solubile
Nero: cacao

Se invece volete sapere qualci sono le regole europee riguardanti i coloranti e gli additivi alimentari dovete cercare il REGOLAMENTO (CE) N. 1333/2008 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 dicembre 2008 relativo agli additivi alimentari.

Se avete qualche suggerimento o colori da aggiungere lasciate un commento Grazie Mille

print